Sterilizzazione del cane pro e contro

Con questo articolo vogliamo parlare del pro e contro della sterilizzazione e di prevenzione per le cagnoline non sterilizzate.

Si parla molto della sterilizzazione del cane, c’è chi la consiglia, chi è contro.

Molti veterinari consigliano la sterilizzazione prima del primo calore, alcuni altri la consigliano dopo, pochi la sconsigliano.

La sterilizzazione praticata immediatamente dopo il primo calore è quella più diffusa, molti veterinari la consigliano per la prevenzione dell’insorgenza di tumori maligni sia mammari che uterini.

Sembrerebbe però che non sia così: sterilizzando precocemente si prevengono solo le forme neoplastiche meno aggressive.

Rimane quindi la possibilità di sviluppare comunque gli adenocarcinomi mammari, nonostante la cessazione degli stimoli ormonali dovuti alla sterilizzazione,  questo perché la loro origine è legata alla genetica.

Quindi prima di decidere di sterilizzare il cane è meglio valutare la situazione con il veterinario, ascoltando anche diversi pareri.

La sterilizzazione del cane femmina si chiama ovariectomia e ovario isterectomia. L’ovariectomia è l’intervento chirurgico che prevede la rimozione delle sole ovaie, sede di produzione degli ormoni sessuali femminili (estrogeni e progesterone). Questa è la più diffusa e viene fatta a cani che hanno avuto il primo calore. L’utero in assenza di stimoli ormonali va in regressione in modo autonomo. 

Nell’ovario-isterectomia vengono asportate sia le ovaie che l’utero.

Questa seconda metodica viene scelta nelle sterilizzazioni tardive e nel caso in cui l’utero mostri alterazioni patologiche come ad esempio endometrite o piometra.

I vantaggi derivanti dalla sterilizzazione del cane femmina sono:
  • l’assenza di calore; l’assenza di gravidanze;
  • prevenzione di tumori uterini e piometra;
  • ridotta insorgenza di alcune forme tumorali della ghiandola mammaria (i meno aggressivi);
  • l’animale non potrà più presentare pseudogravidanza, (gravidanza – isterica).
Gli svantaggi della sterilizzazione del cane femmina sono:
  • possibile incontinenza urinaria estrogeno-dipendente;
  • disturbi comportamentali se eseguita in età prepubere;
  • possibile tendenza all’aumento del peso ponderale in soggetti che eseguono ridotta attività fisica e vita sedentaria;
  • non previene l’insorgenza dei tumori mammari più aggressivi;
  • rischi legati all’intervento chirurgico.

Alla luce di queste informazioni, se decidete di NON sterilizzare la vostra cagnolina, fate prevenzione.

Una volta all’anno, qualche mese dopo il calore, portatela dal Veterinario per fare un’ecografia alle ovaie e all’utero per vedere che tutto sia nella norma, e che non si sia formato del liquido all’interno dell’utero, che con il tempo può trasformarsi in pus e quindi in Piometra – tumore dell’utero.

Fare prevenzione almeno una volta all’anno con ecografia all’utero e alle ovaie
se la cagnolina non è sterilizzata

Recentemente mi è capitato di parlare con una signora proprietaria di una cagnolina non sterilizzata di 9 anni, durante la nostra chiaccherata mi ha detto che la sua cagnetta non aveva più mestruazioni da tempo, e che in certi periodi si leccava a lungo la vulva, le ho chiesto allora se l’avesse fatta controllare dal veterinario con un’ecografia, elencandole le problematiche che potevano insorgere in un cane non sterilizzato…. lei mi ha riposto che non l’aveva mai fatto….. questo mi ha spinto ad affrontare e diffondere questo argomento PREVENZIONE prima di tutto!!!!

[riferimenti tratti anche dal sito di Purina]

Perchè è meglio NON sterilizzare il cane… ascoltate il Dott.Prota

Alimenti per cani sterilizzati con tendenza all’aumento del peso ponderale:

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
error20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Ti piace il nostro blog? Condividilo con i tuoi amici! :)