Se il cane beve l’acqua del mare può rischiare l’avvelenamento da sodio

Avvelenamento da sodio, un nemico per i nostri cani, che molti non conoscono. In questo articolo spiegheremo cos’è e come evitarlo.

NOTA: Questo articolo non vuole creare allarmismi, ma una particolare attenzione alla salute dei nostri amici 4 zampe.

Estate, voglia di mare, anche per i nostri amici cani, e cosa c’è di meglio per rinfrescarsi? Un bel bagno, magari giocando al riporto di palline o altri oggetti, un divertimento per i nostri amici, ma non privo di rischi.

photo barfshop24.de

Non fargli bere l’acqua del mare

Il cane divertendosi è disposto a riportare il gioco che gli lanciamo innumerevoli volte, ma in ogni riporto, il cane ingerisce una piccola quantità d’acqua, quindi vi consigliamo di ridurre al minimo il gioco del riporto, fate anche attenzione che il cane non beva l’acqua di mare per gioco (mordendo le onde), per sete o per curiosità, questo può causare un grave problema di salute dovuto all’eccessivo accumulo di sodio nel sangue.

Il termine esatto è: ipersodiemia (o ipernatriemia), che si verifica soprattutto nei cani di piccola e media taglia.

Se il tuo cane ingerisce una quantità estrema di sale in breve tempo, le cellule del corpo inizieranno a rilasciare acqua per uniformare i livelli di sale nel sangue.

Ciò provoca la distruzione delle cellule cerebrali a causa della mancanza di acqua, creando sintomi neurologici come vertigini, mal di testa e convulsioni.

Troppo sale nel sangue (ipernatriemia) può far perdere idratazione, restringere i muscoli e irrigidirsi, creando tremori e strappi.

I sintomi più gravi di avvelenamento da sale sono neurologici.

Alcuni di questi sintomi sono convulsioni, coma e morte.

Il cloruro di sodio provoca l’essiccazione delle cellule cerebrali a causa del rilascio di acqua dalle cellule utilizzate per diluire il sale nel flusso sanguigno.

La disidratazione è imminente se il cane non ha l’opportunità di bere abbastanza acqua fresca, il che può portare ad effetti più gravi: battito cardiaco accelerato, svenimento, confusione e difficoltà respiratorie.

Se ritieni che il tuo cane abbia ingerito una grande quantità di sale, chiama il veterinario, soprattutto se il cane mostra i sintomi
descritti.

Sebbene il sale (sodio) sia una sostanza naturale di cui il corpo del tuo cane ha bisogno, troppo può causare gravi malattie o addirittura essere fatale.

La tossicità del sodio è causata dal cloruro di sodio, che viene utilizzato per mantenere i livelli di acqua nel corpo; una parte essenziale del sistema metabolico del tuo cane.

Ci sono molti segni di avvelenamento da sale nei cani, che possono essere neurologici, gastrointestinali o persino cardiovascolari.

Cerchiamo di farlo bere!

I segni più comuni sono la sete estrema e la minzione, che sono ciò che di solito salva la vita del tuo cane, se vediamo questi sintomi cerchiamo di farlo bere a più riprese. Questo perché l’acqua diluisce il sale nel sangue e viene pulita dal corpo nelle urine.

avvelenamento da sodio
fare bere il cane a più riprese

I sintomi di avvelenamento da sale segnalati più spesso sono:

  • Mancanza di energia
  • Perdita di appetito
  • Spasmi muscolari
  • Nausea
  • Dolori di stomaco
  • Camminare come ubriaco
  • Diarrea acquosa
  • Debolezza
  • vomito
  • Sete e minzione estreme
  • Gonfiore della lingua
  • Accumulo fluido

Nei casi più gravi:

  • Mal di testa Febbre alta
  • Problema respiratorio
  • Convulsioni
  • Aumento della frequenza cardiaca (tachicardia)
  • Coma
  • Confusione
  • convulsioni
  • Morte

CHIAMA SUBITO IL TUO VETERINARIO PER INIZIARE LA TERAPIA CONTRO L’AVVELENAMENTO DA SODIO

Trattamento di avvelenamento da sodio nei cani

Il tuo cane verrà ricoverato in ospedale per ossigeno, terapia del fluido ed elettroliti per gestire la disidratazione. Il livello di sale dovrà essere abbassato gradualmente perché un improvviso cambiamento nei livelli di sodio può causare un infarto o edema cerebrale (gonfiore cerebrale). Possono essere necessari fino a tre giorni per portare i livelli a un intervallo accettabile a seconda di quanto sono alti i livelli di sodio del cane. Questo di solito viene fatto con clisteri di acqua calda ogni poche ore. Se è già presente edema cerebrale, al cane verrà somministrato un corticosteroide, come desametasone o mannitolo per ridurre l’infiammazione. Molto probabilmente il veterinario terrà il cane in ospedale per circa 24 ore per l’osservazione.

Fonte: Dr. Callum Turner, DVM – wagwalking.com

Facciamoli nuotare con un salvagente per cani o una muta in neoprene

All’inizio dell’articolo vi abbiamo dato dei consigli su come cercare di gestire il divertimento del vostro cane in acqua limitandogli le bevute durante il gioco, ma anche durante la nuotata il cane può ingerire piccole quantità d’acqua sopratutto se non è un abile nuotatore, vi consigliamo quindi l’uso di un giubbotto salvagente per cani o della muta in neoprene per cani, per un miglior galleggiamento, favorendo quindi la posizione della testa fuori dall’acqua.

Leggi anche: https://www.blog.cressidog.com/tutti-i-cani-possono-nuotare/

Sissy Cressi Dog Ambassador nuota con il CRESSI DOG LIFE JACKET
Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
error20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Ti piace il nostro blog? Condividilo con i tuoi amici! :)