Parassiti esterni del cane: la PULCE – come proteggerlo – antiparassitari

ASCOLTA

Nell’arco dell’anno un cane è esposto al contatto con vari tipi di parassiti, che variano anche dalla stagione. Questi parassiti possono essere veicolo di germi responsabili di alcune malattie. Tra i più comuni in Italia troviamo Le pulci, zecche, zanzare e pappataci. L’unico rimedio è la prevenzione usando degli antiparassitari, collare, gocce, spray o pastiglie.

Oggi parleremo della PULCE.

Per questo è molto importante proteggerlo, per evitare delle gravi malattie. Come fare? Leggiamo attentamente l’articolo:

LA PULCE

Il primo parassita che conosciamo tutti come potenziale ospite tra il pelo dei nostri animali domestici è la PULCE.

La pulce è un piccolissimo insetto di colore nero, di circa 1-4 mm, che si nutre del sangue degli animali domestici, cane, gatto ma anche di altri mammiferi. La pulce attraverso le sue zampette posteriori riesce a spiccare salti lunghissimi e quindi di saltare agevolmente, tra il pelo dei nostri animali. (I salti che riesce a fare sono 100/200 volte la lunghezza del suo corpo, infatti è stata definita campionessa del mondo animale nel salto in alto).

DIFFUSIONE E QUANDO SI PRENDONO

Le pulci vivono tutto l’anno, e sono diffuse ovunque in Italia, e anche se non è sull’animale può vivere a lungo.

COME SI PRENDONO

Le pulci possono attaccare il cane direttamente da un animale infestato, o dal suolo (prati, canili, cucce, case ecc).

ATTENZIONE ANCHE ALL’AMBIENTE DOMESTICO

Se il cane viene attaccato dalle pulci, quest’ultime si possono diffondere in casa, attraverso le loro uova, che deposte nel pelo del cane, (le pulci si accoppiano mentre sono nel pelo dell’animale), possono cadere in terra, e schiudendosi, infestano la casa e naturalmente nuovamente anche il cane, il ciclo di vita di una pulce è circa 2-3 settimane, ma in casa può anche raggiungere le 6 settimane.

ciclo di vita della pulce – immagine shutterstock.
QUALI PROBLEMI PUO’ CAUSARE LA PUNTURA DELLE PULCI
  • infiammazioni e forte prurito
  • dermatite allergica da pulce (o DAP)
  • trasmissione di verminosi intestinalie batteri
  • debilitazione, dimagrimento e nei casi più gravi anemia

Nel caso di dermatite allergica da pulce, alcuni cani punti da quesi parassiti, scatenano una reazione allergica con forte prurito, eritema e perdita del pelo.

COME PROTEGGERSI

Non potendo sapere dove sono gli ambienti infestati da questi parassiti, la miglior cosa è la prevenzione

Perciò è utile usare un buon prodotto antiparassitario. In commercio ne troviamo di tanti marchi e formulati in vari tipi: collare, gocce (spot-on), compresse e spray

COLLARE ANTIPARASSITARIO

Scegliendo un collare antiparassitario di ultima generazione, i principi attivi in esso contenuti si distribuiscono nello strato lipidico superficiale della pelle, non entrano nel sangue e vengono eliminati con il ricambio delle cellule cutanee.

I parassiti, muoiono appena entrano in contatto con la pelle del cane. I migliori collari hanno anche un repellente che protegge dalle punture da parte dei parassiti.

La durata della protezione di un buon collare arriva fino a 6 mesi.

GOCCE o SPOT-ON:

Le gocce solitamente, sono contenute in fialette/pipette monodose.

Devono essere applicate tra le scapole dell’animale, direttamente sulla pelle. Queste gocce a contatto con la cute, come per il collare, diffondono il prodotto nello strato lipidico superficiale della pelle, in questo modo, i principi attivi, attivi solo contro i parassiti esterni, non entrano nel sangue e vengono eliminati con il ricambio delle cellule cutanee.

COME FUNZIONANO CONTRO I PARASSITI

Quando i parassiti attaccano il cane che è protetto dalle gocce, muoiono, entrando in contatto con la sua pelle.

A seconda del tipo di SPOT-ON usato, si ha una diversa e più ampia protezione, infatti alcuni marchi hanno una protezione più ampia su molti parassiti e insetti (pulci, zecche zanzare e pappataci ed altri parassiti), fungendo anche da repellente, respingendo quindi i parassiti, prima che vadano a pungere il cane.

In questo modo offrono una protezione ulteriore, contro le pericolose malattie che possono essere trasmesse da questi parassiti esempio la LEISHMANIOSI – grave malattia – conoscerla e prevenirla.

PASTIGLIE ANTIPARASSITARIE

A differenza dei precedenti, l’antiparassitario in pastiglie, viene assorbito dall’organismo (sangue fegato, reni, grasso e muscoli).

Inoltre i parassiti prima di morire, devono pungere il cane per entrare in contatto con il principio attivo dell’antiparassitario.

SPRAY

Lo spray deve essere spuzzato sul pelo e sulla cute del cane.

Anche lo spray può contenere del repellente, e agisce sui parassiti per contatto.

A seconda del prodotto usato, la durata è più o meno variabile.

Chiedi sempre al tuo veterinario di fiducia quale tipo di antiparassitario è più adatto al tuo cane.

Se ti è piaciuto il nostro articolo, ricorda di lasciare gentilmente un MI PIACE, e perchè no, condividilo con i tuoi amici e conoscenti. Grazie

COLLARE SERESTO tre dimensioni disponibili:

GOCCE ANTIPARASSITARIE 4 FORMATI

SPRAY ANTIPARASSITARIO

Print Friendly, PDF & Email
2+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Ti piace il nostro blog? Condividilo con i tuoi amici! :)