Le zecche – piccoli vampiri che trasmettono malattie

ASCOLTA

Le ZECCHE

Le zecche sono parassiti che si nutrono di grandi quantità di sangue, e sono anche portatrici di malattie.

Sono lunghe da 1 a 3 mm, ma riempendosi di sangue, si ingrandiscono fino a un centimetro, pensate che possono aumentare fino a 100 volte il loro peso.

DOVE SI PRENDONO

Le zecche vivono in spazi naturali aperti, giardini, boschi prati, sia in città che in campagna. Diffuse ovunque in Italia, ma anche all’estero, si adattano a climi ed ambienti diversi.

COME SI PRENDONO

Come già detto, le zecche si ambientano nei vari climi, perciò la loro presenza è praticamente tutto l’anno. Quando il cane passeggia in uno spazio infestato dalle zecche, questi brutti vampiri, si attaccano al suo pelo e arrivano verso la cute per riuscire a succhiare il sangue del povero 4 zampe.

La zecca può rimanere anche per 10-15 giorni attaccata al cane, quando è piena di sangue, si stacca e cade per terra dove depone le uova, da qui nasceranno le larve che andranno a nutrirsi di sangue.

PUNTURE DI ZECCA QUALI PROBLEMI POSSONO CAUSARE

Attraverso la puntura, le zecche, possono trasmettere al cane diversi germi, causa poi di malattie e problemi.

La zecca attraverso l’apparato boccale, quando punge l’animale, lo trafigge e penetra nella carne, rimanendo ben salda, per poter succhiare il sangue.

A volte ne succhiano talmente tanto, che nelle infestazioni di più zecche sullo steso animale, possono provocare l’anemia.

Inoltre possono portare infiammazioni e gonfiori (granulomi) a livello locale.

TRASMETTONO MALATTIE

Quali sono queste malalattie?

  • Anapalsmosi
  • Borelliosi o Malattia di Lyne
  • Ehrlichiosi
  • Piroplasmpsi o Babesiosi
  • Rickettsiosi

Purtroppo sono anche molto resistenti al freddo, che le fa entrare in una specie di letargo, e anche senza nutrirsi, loro sopravvivono anche per un anno e mezzo.

COME PROTEGGERSI

Non potendo sapere dove sono gli ambienti infestati da questi parassiti, la miglior cosa è la prevenzione

Perciò è utile usare un buon prodotto antiparassitario. In commercio ne troviamo di tanti marchi e formulati in vari tipi: collare, gocce (spot-on), compresse e spray

COLLARE ANTIPARASSITARIO

Scegliendo un collare antiparassitario di ultima generazione, i principi attivi in esso contenuti si distribuiscono nello strato lipidico superficiale della pelle, non entrano nel sangue e vengono eliminati con il ricambio delle cellule cutanee.

I parassiti, muoiono appena entrano in contatto con la pelle del cane. I migliori collari hanno anche un repellente che protegge dalle punture da parte dei parassiti.

La durata della protezione di un buon collare arriva fino a 6 mesi.

GOCCE o SPOT-ON:

Le gocce solitamente, sono contenute in fialette/pipette monodose.

Devono essere applicate tra le scapole dell’animale, direttamente sulla pelle. Queste gocce a contatto con la cute, come per il collare, diffondono il prodotto nello strato lipidico superficiale della pelle, in questo modo, i principi attivi, attivi solo contro i parassiti esterni, non entrano nel sangue e vengono eliminati con il ricambio delle cellule cutanee.

COME FUNZIONANO CONTRO I PARASSITI

Quando i parassiti attaccano il cane che è protetto dalle gocce, muoiono, entrando in contatto con la sua pelle.

A seconda del tipo di SPOT-ON usato, si ha una diversa e più ampia protezione, infatti alcuni marchi hanno una protezione più ampia su molti parassiti e insetti (pulci, zecche zanzare e pappataci ed altri parassiti), fungendo anche da repellente, respingendo quindi i parassiti, prima che vadano a pungere il cane.

In questo modo offrono una protezione ulteriore, contro le pericolose malattie che possono essere trasmesse da questi parassiti esempio la LEISHMANIOSI – grave malattia – conoscerla e prevenirla.

PASTIGLIE ANTIPARASSITARIE

A differenza dei precedenti, l’antiparassitario in pastiglie, viene assorbito dall’organismo (sangue fegato, reni, grasso e muscoli).

Inoltre i parassiti prima di morire, devono pungere il cane per entrare in contatto con il principio attivo dell’antiparassitario.

SPRAY

Lo spray deve essere spuzzato sul pelo e sulla cute del cane.

Anche lo spray può contenere del repellente, e agisce sui parassiti per contatto.

A seconda del prodotto usato, la durata è più o meno variabile.

Chiedi sempre al tuo veterinario di fiducia quale tipo di antiparassitario è più adatto al tuo cane.

Se ti è piaciuto il nostro articolo, ricorda di lasciare gentilmente un MI PIACE, e perchè no, condividilo con i tuoi amici e conoscenti. Grazie

COLLARE SERESTO tre dimensioni disponibili:

GOCCE ANTIPARASSITARIE 4 FORMATI

SPRAY ANTIPARASSITARIO

Print Friendly, PDF & Email
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Ti piace il nostro blog? Condividilo con i tuoi amici! :)