COVID-19 in Inghilterra i Cani addestrati per riconoscere il virus

ASCOLTA

I cani potrebbero avere un ruolo nel prevenire la diffusione di COVID-19?

La London School of Hygiene & Tropical Medicine (LSHTM), Medical Detection Dogs, istituzione benefica britannica che si occupa da anni dello studio e dell’addestramento dei cani in grado di rilevare l’odore di malattie e Durham University stanno iniziando l’addestramento dei cani, che si baserà sul riconoscimento del cambiamento dell’odore del corpo dato dalla presenza della malattia.

La malattia può modificare l’odore corporeo

Gli studiosi britannici affermano che malattie simili alla COVID-19 modifichino il nostro odore corporeo e che questo potrebbe consentire di addestrare i cani a scovare i casi positivi.

Le due Università hanno recentemente collaborato per dimostrare che i nostri amici pelosi possono essere addestrati per rilevare la malaria.

Il team è già all’opera per addestrare intensivamente i cani in modo che possano essere pronti in un paio di mesi, per aiutare a fornire una diagnosi rapida e non invasiva.

L’aumento dei test sul coronavirus è fondamentale visto anche la difficoltà nell’approvigionamento dei tamponi.

I cani riusciranno a tracciare fino a 250 persone all’ora.

I ricercatori ritengono che i cani possano integrare i test in corso, in modo accurato e rapido, potenzialmente tracciando fino a 250 persone all’ora.

Il professor James Logan , capo del Dipartimento di controllo delle malattie dell’LSHTM e direttore di ARCTEC , afferma:

“I nostri precedenti lavori hanno dimostrato che i cani possono rilevare gli odori degli esseri umani con un’infezione da malaria con una precisione estremamente elevata – al di sopra degli standard dell’Organizzazione mondiale della sanità per una diagnosi .

“Sono i primi giorni per il rilevamento degli odori COVID-19. Non sappiamo se COVID-19 ha ancora un odore specifico, ma sappiamo che altre malattie respiratorie cambiano l’odore del nostro corpo, quindi c’è una possibilità che lo faccia. E se lo fa i cani saranno in grado di rilevarlo. Questo nuovo strumento diagnostico potrebbe rivoluzionare la nostra risposta a COVID-19 “.

I cani sono già impiegati per riconoscere altre malattie

I cani alla ricerca di COVID-19 verrebbero addestrati allo stesso modo di quelli già addestrati per rilevare malattie come il cancro, il Parkinson e le infezioni batteriche, annusando dei campioni e indicando quale contiene la malattia o l’infezione.

Sono anche in grado di rilevare lievi variazioni della temperatura della pelle, quindi potrebbero potenzialmente sapere se qualcuno ha la febbre.

Una volta addestrati, i cani potrebbero anche essere utilizzati negli aereoporti, frontiere o in altri spazi pubblici per identificare i viaggiatori che entrano nel paese infetti dal virus.

Claire Guest, CEO e co-fondatrice di Medical Detection Dogs, afferma:

“In linea di principio, siamo sicuri che i cani possano rilevare COVID-19. Stiamo ora esaminando come possiamo catturare in modo sicuro l’odore del virus dai pazienti e presentarlo ai cani.

“L’obiettivo è che i cani saranno in grado di sottoporre a screening chiunque, compresi quelli asintomatici e dirci se devono essere testati. Questo sarebbe veloce, efficace e non invasivo e assicurerebbe che le risorse limitate per i test del SSN vengano utilizzate solo dove sono realmente necessarie. “

Il professor Steve Lindsay della Durham University afferma:

“Se la ricerca avrà successo, potremmo utilizzare i cani di rilevazione COVID-19 negli aeroporti alla fine dell’epidemia per identificare rapidamente le persone portatrici del virus. Ciò contribuirebbe a prevenire il riemergere della malattia dopo che abbiamo messo sotto controllo l’attuale epidemia “.

Se ti è piaciuto il nostro articolo, ricorda di lasciare gentilmente un MI PIACE, e perchè no condividilo con i tuoi amici e conoscenti. Grazie

Fonte: London School of Hygiene & Tropical Medicine https://www.lshtm.ac.uk/

TI POTREBBE INTERESSARE: https://www.blog.cressidog.com/coronavirus-maschere-da-sub-cressi-per-aiutare-i-pazienti-a-respirare/

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Ti piace il nostro blog? Condividilo con i tuoi amici! :)