Il cianobatterio uccide un cane nel Lago di Neuchâtel

Listens

Il Cianobatterio è sicuramente la causa della morte di un cane, avvenuta sabato mattina 18 giugno 2022 sulle rive del lago di Neuchâtel in Svizzera.

I Cianobatteri sono microrganismi autotrofi, procarioti, chiamata con un termine improprio ” le alghe azzurre”.

Questo batterio si sviluppa nei periodi di caldo intenso e di acque calme e stagnanti.

Pericolo cianobatteri per cani e umani

Cianobatterio letale per cani e persone

Il cianobatterio Può produrre in modo completamente imprevedibile neurotossine che, ingerite dal tuo cane anche a dosi molto basse, possono essere fatali. È quindi indispensabile evitare di camminare con il tuo cane vicino al lago quando si incontrano le seguenti condizioni: onda di calore, acqua stagnante e grappoli di dubbie alghe che galleggiano sulla superficie.

La morte del cane

L’animale era deceduto, in preda a violente convulsioni, dopo che era uscito dall’acqua da quindici minuti alle “Jeunes-Rives”.

Non verrà disposta l’autopsia sul povero animale, in quanto il responsabile dell’ufficio cantonale di veterinaria, Pierre-François Gobat ritiene che le condizioni meteorologiche e i sintomi osservati “portano a una quasi certezza” sull’origine della morte del cane.

Non un caso isolato

Per la cronaca, durante l’estate del 2020, diversi cani morirono dopo aver ingerito l’acqua del lago contenente cianobatteri vicino alla foce dell’Ama. Questi batteri si sviluppano in periodi di caldo e acque calme e stagnanti.

Le autorità invitano a non lasciare liberi gli animali in prossimità delle acque del lago, inoltre il veterinario cantonale avverte sui rischi di infezione che questo microorganismo può causare anche sui bambini.

Avviso di pericolo Cantone di Neuchâtel

Lago di Neuchâtel Svizzera notizie utili : https://www.myswitzerland.com/it-it/destinazioni/lago-di-neuchatel

Ti può anche interessare il nostro articolo sulle zecche parassiti presenti nell’erba che si attaccano ai nostri animali e a noi umani.

Video del 2020 che spiega la problematica di questo fenomeno nel lago di Neuchâtel.

Se il nostro articolo ti è piaciuto diffondilo tra i tuoi amici

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error

Ti piace il nostro blog? Condividilo con i tuoi amici! :)

error: Content is protected !!